I macellai di Federcarni portano la Bottega Italiana a Barcellona

iMeat Spagna è stata una fantastica occasione di arricchimento umano e professionale

1

Entusiasmo, passione e condivisione, se dovessi descrivere con tre parole quello che questo iMeat Spagna è stato, utilizzerei senza alcun dubbio queste.

Si è concluso appena tre giorni fa il primo iMeat España, una manifestazione targata Ecod, l’azienda di Luca Codato che ha all’attivo ben 5 edizioni di iMeat in Italia.

Nelle sue cinque edizioni, iMEAT ha ricevuto la visita di una delegazione di macellai spagnoli che hanno avanzato l’ipotesi di una iMEAT in Spagna, visto che anche in questo Paese la macelleria è in una fase evolutiva. Da questa considerazione è nato il progetto iMEAT España.

Fonte: Ecod.it

Leggi: iMeat España guarda già alla prossima edizione

Come anticipato in questo articolo, Federcarni ad iMeat Spagna, la Federazione Nazionale Macellai ha rappresentato in fiera l’eccellenza del settore presentando una squadra di macellai italiani provenienti da ogni regione d’Italia per raccontare la professionalità, il mestiere del macellaio e ciò che oggi questa figura può fare per il consumatore.

Quello che è emerso con certezza è che il macellaio non è più quello di una volta, anche se di quel mestiere ha sicuramente conservato tradizione e competenza. Oggi il macellaio è diventato una figura di fiducia di estremo valore per un consumatore che è sempre più attento ed esigente.

iMeat Spagna 2018: un’esperienza emozionante

E’ stata un’esperienza davvero ricca di emozioni, sia per chi l’ha vissuta dall’interno che dall’esterno.

Da “spettatore” infatti posso confermare lo stupore e la curiosità dei passanti nel vedere una squadra di più di venti macellai lavorare fianco a fianco per ore, creando nel vero senso della parole, opere d’arte culinaria a cui davvero non si poteva resistere.

Macellai Federcarni preparazioni iMeat Spagna
Da sinistra: Alberto Rossi, Angela Comani, Bruno Muraro, Massimiliano Elia, Luca Zago e Marcello Bonaccorso

La bravura e la preparazione dei nostri macellai italiani ha fatto sì che in poche ore il banco d’esposizione della nostra Bottega Italiana si trasformasse nel “piano delle meraviglie”: prontocuoci, preparazioni innovative da consumarsi subito, cotture specializzate, tagli tipici e tradizionali, lavorazione dei salumi e norcineria … con conseguente assaggio!

Banco macelleria: le preparazioni stand Federcarni ad iMeat Spagna 2018
Banco macelleria con le preparazioni, stand Federcarni iMeat Spagna 2018

Da “insider” invece, posso raccontarvi il mio viaggio nella scoperta dell’arte di questo mestiere, di affiatamento, solidarietà e spirito di gruppo che ha contraddistinto il lavoro impeccabile finale. Il valore umano, questo secondo me il vero successo di una manifestazione che ha visto in prima linea una squadra di professionisti del settore ma prima di tutto PERSONE che condividono un amore grande e una passione per un lavoro che hanno scelto di fare e di rappresentare.

Interessante è stato anche scoprire un’imprevedibile sintonia tra la nuova e la vecchia generazione, professionisti in grado di unirsi e confrontarsi su tutto quello che nel settore c’è stato e ci sarà.
Immancabili poi i momenti di gioia, sorriso e svago che hanno contribuito ad alleggerire le prestazioni impegnative dei nostri macellai italiani e il loro affiatamento durante e dopo il lavoro.

Macellai con la borsa Federcarni Bottega Italiana
Con la borsa Federcarni “Bottega Italiana”, da sinistra: Anna Vincenzutto, Daniele Biassoni, Angela Comani e Alberto Succi

L’entusiasmo e la passione dello stesso Presidente Maurizio Arosio sono stati percettibili sin dal suo arrivo. Insieme alla squadra di macellai si è prodigato per raccontare la Bottega Italiana, una realtà che ormai non rappresenta più solo la macelleria, ma è diventata un vero simbolo di riconoscibilità di una professione che racconta un’eccellenza italiana.

Augusto Muraro, Antonio Ciriliano e Franco Novarini ad imeat Spagna 2018
Da sinistra: Augusto Muraro, Antonio Cirigliano e Franco Novarini ad iMeat Spagna 2018

Niente meglio di “tradizione, arte e passione” poteva rappresentare Federcarni e il suo impegno nella tutela e nella valorizzazione del settore in Italia e in Europa.

Un’altra cosa che voglio dire prima di giungere ai saluti finali, che dedico ai macellai italiani che ho conosciuto in fiera.

Di notevole apprezzabilità è stato scoprire il sostegno di tutti i macellai italiani che hanno seguito da casa, attraverso notizie e dirette in live streaming, le performance dei colleghi presenti in fiera.

Altrettanto bello è stato incontrare altri associati Federcarni ad iMeatSpagna, giunti a Barcellona per incoraggiare dal vivo la squadra e congratularsi con essa per il lavoro svolto. Tra questi Piero Pepe Presidente Federcarni Napoli, Carmine Orelli Presidente Associazione Macellai Roma Capitale insieme a Graziano Mangani, Matteo Accurso Presidente Federcarni Salerno… impossibile citarli tutti, ma davvero grazie a chi è venuto a Barcellona a sostenere i colleghi. 

Carmine Orelli e Maurizio Arosio ad iMeat Spagna 2018
Carmine Orelli e Maurizio Arosio ad iMeat Spagna 2018

Non l’ho fatto fino adesso, ma ci tengo a farlo ora, a menzionare uno per uno tutti gli artigiani macellai giunti da ogni regione d’Italia in quanto chiamati a rappresentare il nostro Paese.

Delegazione Federcarni ad iMeat España

In primis Maurizio Arosio, Presidente di Federcarni Nazionale, professionista del settore e primo sostenitore della Federazione e del grande valore che i macellai hanno portato ad iMeatSpagna.

iMeat Spagna 2018 delegazione Federcarni
Una sorridente delegazione Federcarni ad iMeat Spagna 2018

E poi Stefano Casella, Enrico Vannini, Giorgio Pellegrini, Franco Novarini. E ancora Ilario Lui, Augusto Muraro, Bruno Muraro e Alberto Succi, insieme a tutti i macellai provenienti da ogni regione d’Italia chiamati a raccontare con sapiente esperienza il loro mestiere (in ordine casuale): Germano Vincezutto insieme a sua figlia Anna dal Friuli, Massimiliano Elia dalla Campania e Emanuele Avagliano dal Lazio; direttamente dal Veneto invece Luca Zago, mentre per l’Emilia Romagna Angela ComaniGaetano Bertelli e Daniele Biassoni invece sono arrivati dalla Lombardia, Maurizio Palladino dal Piemonte, dalla Calabria e dalla Sicilia rispettivamente Antonio Cirigliano e Marcello Bonaccorso, dalla Puglia Tommaso Romano; per finire Alberto Rossi dalla Toscana, dall’Umbra Nicolò Marroni e dalla Sardegna Fernando Fiore.

Alla prossima!

Giorgio Pellegrini e Massimiliano Elia ad iMeat Spagna 2018
Giorgio Pellegrini e Massimiliano Elia ad iMeat Spagna 2018
iMeat Spagna 2018 foto di gruppo macellai italiani e spagnoli
iMeat Spagna 2018: foto di gruppo insieme ai colleghi spagnoli
Federcarni e Maturmeat ad iMeat Spagna 2018
Federcarni e Maturmeat® insieme a Barcellona per la prima edizione di iMeat España. Maturmeat® è stato main sponsor della nostra delegazione in fiera. Per la Federazione Nazionale Macellai, da sinistra: Maurizio Arosio, Augusto Muraro e Bruno Muraro.

 

Commenti
Loading...